Analisi biometrica dei gesti sportivi

La parola biometria deriva dalle parole greche bìos = vita e métron = misura è la scienza che studia le dimensioni del corpo per identificarne i meccanismi di funzionamento e indurlo a comportamenti ottimali in condizioni specifiche, quindi è la misurazione e l’analisi statistica delle caratteristiche fisiche e comportamentali delle persone.

 

Per biomeccanica invece si intende l’applicazione dei principi della meccanica agli organismi viventi.

 

Le applicazioni effettuate dai professionisti dello studio Elias della biometria e dell’analisi biometrica sulle attività sportive sono in realtà numerose: dalle ottimizzazioni del gesto atletico fino alla costruzione di attrezzature idonee.

 

La ridondanza di molti gesti sportivi può portare a note affezioni dell’apparato locomotore (epicondilite nel tennista, fascite plantare nel fondista, ginocchio del saltatore…) che dopo aver superato la fase dolorosa necessitano di valutazione biometrica finalizzata ad evidenziare spazi di correzione del gesto a scopo preventivo. 

 

L’esame è molto semplice e assolutamente privo di rischi. La figura del nostro studio posiziona alcuni marker sulla pelle in precisi punti del corpo per poi scattare semplici foto di fronte, di schiena e di lato; il computer analizza le foto misurando la distanza tra questi marker ed è anche in grado di fornire una ricostruzione tridimensionale della colonna vertebrale e del bacino.

 

Questo esame è utile per evidenziare le rotazioni del bacino, per indagare eventuali dismetrie (differenza di lunghezza degli arti inferiori) o disequilibri posturali, tutto questo semplicemente con una foto e senza esporre il paziente ad esami radianti.

 

Può essere di ausilio agli esami radiografici per seguire l’evoluzione della scoliosi, alternandoli, riducendo l’eccessiva esposizione a radiazioni che inevitabilmente è presente con le RX.