Esame clinico posturale

L’esame posturale e esame posturolometrico, è un'attività clinica di diagnosi e terapia nell’ambito delle disfunzioni del sistema tonico posturale fine, studia il complesso sistema di controllo che ha il compito di mantenere l’equilibrio fra le singole articolazioni del corpo (intersegmentario) e di controllare gli spostamenti del centro di gravità all’interno della base di appoggio.

 

L’esame prevede diverse prove sia statiche che dinamiche.

 

Una delle domande più ricorrenti che vengono fatte ai professionisti del centro riabilitazione Elias di Parma è “quando fare l’esame posturale?”, noi lo consigliamo e lo prescriviamo nel persorso di cura laddove un dolore o semplicemente un disturbo al collo, alla schiena, alle gambe o ai piedi si presenta frequentemente o persiste nel tempo senza lesioni organiche evidenziate da indagini diagnostiche come radiografie, TAC o risonanze magnetiche, molto spesso un'importante concausa è posturale.


Molto spesso anche in caso di ernie discali analizzare la postura permette di adottare soluzioni mirate e quindi di allungare i periodi di benessere.

 

L'esame posturale identifica la nostra situazione in un determinato momento, permettendo di valutare l'influenza degli input provenienti da occhi, bocca e piedi e identificare se ci sono delle alterazioni in questi canali di ingresso che si ripercuotono negativamente sulla distribuzione dei carichi, sull'equilibrio e sulla nostra disposizione nello spazio.

 

A volte i risultati ottenuti dall’esame posturale suggeriscono un approfondimento specialistico (ad esempio gnatologico), altre volte di affiancare ai trattamenti degli esercizi posturali mirati, altre ancora l'adozione di ausili specifici come le solette propriocettive, ma sempre con l'obiettivo di rendere più equilibrata la postura del paziente, senza ambire ad una perfezione e ad una simmetria ideali, nella convinzione che questo permetterà una maggiore ergonomia dell'organismo e di conseguenza maggiore benessere.