Esame computerizzato dei tempi di reazione

L’esame computerizzato dei tempi di reazione eseguito all'interno dello studio Elias, consiste nella valutazione del tempo di risposta o tempo di reazione, quindi alla quantità di tempo che trascorre da quando percepiamo qualcosa fino a quando diamo una risposta di conseguenza. È quindi la capacità di rilevare, elaborare e rispondere a uno stimolo.

 

Il tempo di risposta dipende da diversi fattori:

 

- Percezione: vedere, sentire o udire lo stimolo è sicuro essenziale per avere un buon tempo di reazione. In una gara di atletica, quando il giudice dà il segnale di partenza, il suono raggiunge le orecchie degli atleti (percepire lo stimolo)

 

- Lavorazione: è necessario mettere a fuoco e comprendere appieno le informazioni per un tempo di reazione adeguato. Seguendo l'esempio di cui sopra, i corridori, sentendo il segnale di partenza distinguono il rumore ambientale e capiscono che possono iniziare a correre (processo di stimolo)

 

- Risposta: l'agilitá motrice è necessaria per agire una volta ricevuto lo stimolo e avere un buon tempo di risposta. Quando gli atleti hanno ricevuto ed elaborato con successo il segnale, cominciano a muovere le gambe (dare risposta agli stimoli).

 

Quali sono le patologie indicate per questo tipo di esame?

 

Sono tutte quelle patologie in cui un danno neurologico ha fatto emergere un rallentamento motorio e decisionale/esecutivo (danni cerebro-vascolari, lesioni traumatiche, condizioni oncologiche,…).