Esame dei disturbi della personalità e del comportamento 

L’esame dei disturbi della personalità e del comportamento serve per individuare eventuali problemi di personalità, ossia un pattern permanente di esperienze interne (pensieri, sentimenti ed emozioni) e comportamenti che sono marcatamente differenti da quelli definiti dalla propria cultura, è pervasivo e inflessibile, ed emerge in adolescenza o nella prima età adulta.

 

Quando questi tratti che costituiscono la personalità si rivelano deleteri al punto da interferire in modo rilevante con la vita privata e sociale di un individuo, si parla di disturbo di personalità.

 

La ricerca suggerisce che fattori genetici e ambientali contribuiscano allo sviluppo dei disturbi di personalità. Mentre la ricerca sui fattori genetici è ancora agli inizi, è accertato come alcuni fattori ambientali come traumi infantili, abusi psicologici, fisici e sessuali aumentino il rischio di sviluppare un disturbo di personalità. D’altra parte, l’avere anche un unico forte legame personale con un parente, insegnante o amico può controbilanciare gli effetti delle influenze negative e proteggere l’individuo dallo sviluppo di disturbi di personalità.

 

Alcune delle patologie curate dai nostri professionisti all'interno dello studio Elias attraverso l’esame dei disturbi della personalità e del comportamento sono:

 

- Patologia Paranoide

- Patologia Schizoide

- Patologia Schizotipico

- Patologia Antisociale

- Patologia Borderline

- Patologia Istrionico

- Patologia Narcisista

- Patologia Evitante

- Patologia Dipendente

- Patologia Ossessivo-compulsivo

 

Nel Manuale Statistico e Diagnostico dei Disturbi Mentali (DSM-5) sono presenti due gruppi di criteri usati per diagnosticare un disturbo di personalità.

 

Il primo consiste nel descrive gli attributi generali di un disturbo di personalità; mentre il secondo, descrive le caratteristiche specifiche del singolo disturbo di personalità

 

La diagnosi di un disturbo di personalità si basa sulla presenza di:

 

- Un modello permanente, inflessibile, pervasivo di tratti disadattivi che coinvolgono due o più di due delle seguenti sfere: la sfera cognitiva (modalità di percepire e interpretare sè stessi, gli altri, e gli eventi), affettiva, il funzionamento interpersonale e il controllo degli impulsi

 

- Una significativa sofferenza o compromissione della vita sociale, familiare o lavorativa derivanti dal modello disadattivo

 

- La stabilità e l'insorgenza precoce del pattern (durante l'adolescenza o la prima età adulta)