Terapia manuale del dolore neuropatico o neurogeno periferico manuale del dolore vertebrale

La terapia manuale del dolore neurogeno periferico è il protocollo per la cura del dolore neuropatico solitamente causato da una lesione o da una disfunzione dei nervi, del midollo spinale o dell’encefalo, ossia a un danno o da una disfunzione del sistema nervoso periferico causato a un conflitto fra una struttura nervosa e le strutture anatomiche circostanti.

 

l dolore neuropatico può essere percepito come una sensazione di bruciore o di formicolio, oppure come uno stato di ipersensibilità al tatto o al freddo. L’ipersensibilità al tatto prende il nome di allodinia. Perfino un tocco lieve può essere doloroso.

 

A volte il dolore neuropatico è profondo e lancinante.

 

Se è il movimento a provocare dolore, la persona può essere riluttante a muovere la parte dolorosa del corpo. In tal caso, i muscoli che controllano la parte dolorante possono atrofizzarsi e il movimento può diventare più limitato.

 

Il dolore continua ad essere avvertito anche dopo la risoluzione della causa che lo origina, perché le strutture del sistema nervoso sono cambiate, diventando più sensibili al dolore.

 

Il dolore può svilupparsi in seguito a lesioni localizzate a qualsiasi livello del sistema nervoso, centrale o periferico; il sistema nervoso simpatico può essere coinvolto (causando dolore mantenuto dal sistema simpatico). Le sindromi specifiche comprendono:

 

 

I professionisti dello studio Elias affrontano terapia manuale di queste affezioni (sciatalgia, cruralgia, Sindromi da conflitto neuromuscolare, sindromi canalari, ecc.) consiste in manovre manuali mirate a risolvere o diminuire la pressione sulla struttura nervosa e rispristinare la normale mobilità del nervo periferico coinvolto.