Valutazione baroscopica dell’appoggio

La valutazione baroposcopica rappresenta un esame della qualità d'appoggio dei piedi al suolo e fornisce preziose informazioni sullo scambio di pressioni tra la superficie d'appoggio dello stesso e il terreno, approfondendo così eventuali alterazioni posturali e della deambulazione.

 

Nello studio Elias durante l’esame il paziente viene posto in posizione eretta ed anatomicamente neutra su una pedana sensibile alla pressione, collegata ad un sistema computerizzato sul cui monitor viene appunto riprodotta l'analisi accurata dell'appoggio podalico.

 

Nell’analisi statica viene valutato l'appoggio di entrambi i piedi identificando le aree di maggiore e minore carico e registrando nello specifico:

 

- percentuale di carico sui due piedi

- distribuzione di carico anteriore e posteriore

- analisi stabilometrica e analisi dei baricentri.

- analisi della superficie di appoggio delle piante dei piedi.

 

L’esame baropodometrico viene effettuato da un tecnico ortopedico specializzato o dal podologo attraverso un attento screening iniziale, per elaborare un quadro di partenza della situazione, e si compone dei seguenti passaggi:

 

1 - visita e quadro clinico iniziale

2 - pedana baropodometrica: una pedana speciale che effettua l’analisi statica e analisi dinamica, rilevando le oscillazioni del corpo e una serie di informazioni utili a stabilire l’eventuale presenza di disequilibri. La pedana effettua così un test baropodometrico che individua il tipo di passo, la percentuale di carico sui due piedi, il carico anteriore e posteriore e la superficie di appoggio delle piante dei piedi.

3 - videografia

4 - elaborazione finale dei dati

 

Il risultato dell’esame è visualizzabile immediatamente a video, dove le aree di maggiore e minore carico sono identificate come variazione tra il colore rosso ed il blu.