Valutazione della negligenza spaziale unilaterale (neglect)

La negligenza spaziale unilaterale o neglect è un disturbo neuropsicologico che consiste nell’incapacità di esplorare, individuare, rispondere e orientarsi verso gli stimoli presentati nello spazio opposto alla sede della lesione cerebrale. Il neglect non può essere causato da disturbi motori, di vista, di sensibilità, di umore o di consapevolezza che potrebbero impedire l’esplorazione di un emilato.

 

Nella maggior parte dei casi il lato che non viene percepito è il sinistro a seguito di una lesione nell’emisfero destro causata da ictus o trauma cranico.

Il soggetto con neglect sinistro, durante il pasto mangia solo il cibo nella metà destra del piatto, si pettina solo la parte destra della testa, si rade la barba solo nella metà destra, si trucca omettendo la parte sinistra del volto, ignora le persone che gli parlano a sinistra, sbatte contro porte o ostacoli alla sua sinistra oppure non riesce a leggere il giornale, seguire la tv, giocare a carte.

 

Si tratta di un disturbo invalidante che influenza la vita di tutti i giorni e limita i contatti sociali.

 

Esistono diverse tipologie di neglect a secondo della tipologia di spazio che non viene percepito:

 

- Neglect percettivo extrapersonale: non vengono esplorati gli stimoli nello spazio lontano dal corpo.

- Neglect percettivo peripersonale: non sono percepiti gli stimoli nello spazio compreso nel raggio di azione di braccia e gambe.

- Neglect motorio: difficoltà a muovere arti, testa e occhi verso l’emispazio negletto.

- Neglect rappresentazionale: viene trascurato un emilato delle immagini mentali.

- Necglect corporeo: viene trascurato un emilato del proprio corpo.

 

In base alla tipologia di neglect si utilizzano differenti osservazioni e test standardizzati per valutare l’attenzione verso lo spazio che non viene considerato. Esempi di compiti che possono essere richiesti sono: compiti di cancellazione, di bisezione di linee, di descrizione, di immaginazione e di copia.